Nell’articolo precedente abbiamo capito cos’è e come funziona il Proximity Marketing. Andiamo ora a vedere le componenti fondamentali per una efficace strategia di Marketing di Prossimità.

Ciò che rende unico il sistema di Proximity Marketing è la valorizzazione della user experience che senza l’unione dei luoghi fisici ai luoghi digitali risulterebbe incompleta. Il livello di precisione, la capacità di funzionare in luoghi chiusi, la qualità/livello di personalizzazione dei contenuti e la facilità di fruizione sono infatti fattori determinanti per rendere unica l’esperienza utente.

 

Context is King + Contest is King

Il connubio perfetto che sta alla base di tutto è: Contenuto + Contesto.

Il migliore contenuto infatti non sarà sufficiente se fruito nel contesto sbagliato, e viceversa. È indispensabile creare dei messaggi contestuali al luogo, capire e seguire il comportamento delle persone, farle sentire speciali con promozioni e VIP treatment senza dimenticarci però di tre elementi che non dovranno mai mancare: Interazione, Gamification e Personalizzazione.

 

DUE GRANDI VANTAGGI

Il Proximity offre due grandi vantaggi:

 

Infografiche articolo Proximity Marketing-04

PROGETTARE LA USER EXPERIENCE

Per progettare l’esperienza utente bisogna studiare al meglio tre componenti fondamentali:

  • Le persone
  • Il luogo
  • La visita

 

Le persone

La prima cosa a cui bisogna pensare sono le persone.

Nel nostro caso dobbiamo considerare le persone che fanno parte, come anticipato nel primo articolo, della Generazione C, quelle persone che hanno sempre con sé il proprio device e sempre connesse alla rete.

Bisogna identificare i loro interessi e obiettivi, ma anche il loro grado di familiarità con le tecnologie e in quale modo utilizzino i device.

Tutti questi accorgimenti sono utili per sapere come personalizzare l’esperienza.

 

Il luogo

La seconda cosa a cui pensare è il luogo e di conseguenza il posizionamento dei beacon.

Va per esempio tenuto in considerazione se il luogo sia all’aperto o al chiuso e se ci sia o meno un accesso ad internet.

Inoltre va studiata nel dettaglio la posizione dei prodotti/servizi e dei relativi beacon coi contenuti associati (tener conto di eventuali ostacoli nel luogo e della calibrazione dei segnali beacon).

 

La visita

Ultima ma non meno importante è la visita.

Come e dove si svolge la visita? Quanto dura? Quali sono le fasce orarie di maggiore interesse? Queste le prime tre domande da porsi una volta passati alla progettazione del terzo componente.

Sapere anticipatamente se il percorso che una persona svolge durante la visita è esplorativo o delineato e con che frequenza avviene la visita.

 

I dati – Analytics

I dati hanno la stessa importanza di persone, luogo e visita ma non sono stati citati tra i tre componenti perché sono un risultato della user experience.

La piattaforma permette la raccolta di dati statistici di particolare rilevanza come l’affluenza in un determinato punto, i tempi di permanenza, la precisa posizione dell’utente, le preferenze d’acquisto.

Per sfruttare al massimo le potenzialità del Marketing di prossimità risulta essenziale munirsi di un sistema orientato alla conversione dei dati; questi aiutano a correggere il tiro, a migliorare ancora la propria strategia di marketing e a preparare un’eventuale retargeting operation.

Gli Analytics possono offrire dati molto importanti sui movimenti e sul comportamento degli utenti nello store, consentendo all’esperienza di essere affinata e personalizzata; senza però dimenticarci mai della privacy.

 

GLI OSTACOLI

Quando si parla di Marketing di Prossimità esistono però anche degli “ostacoli” da tenere ben presente. La sfida più grande sta nel far percepire all’utente il “valore” dell’iniziativa, convincerlo a scaricare l’app, attivare la connessione e le notifiche senza dimenticarsi della compatibilità con i vari device.

Infine, tenendo presente che siamo nel campo del marketing permissivo (filosofia “inbound”) sappiamo che non bisogna tempestare l’utente di notifiche o si rischia di ottenere il risultato contrario a quello desiderato.

 

Infografiche articolo Proximity Marketing-03
Una volta tenuti presenti questi accorgimenti la strada verso il successo della nostra Proximity Experience è tutta in discesa!